10/10/2017

CREATIVITA’, RICERCA e CULTURA: le tre parole chiave che segnano il debutto del progetto “La Cucina delle Idee – Food Thinking” a HOST MILANO 2017.

web_-foto2_stand

Partendo dal nuovo stand multifunzionale, il cui sofisticato design riunisce l’immagine di un atelier creativo con quello di un ristorante “pop-up” sofisticato, giovane e di tendenza, saranno molte le novità che F.lli Perin porterà a HOST MILANO 2017 a partire dalla prestigiosa presenza, nei giorni di venerdi 20 e sabato 21, del nuovo consulente scientifico, il dott. Paolo De Gasperis, già Direttore dell’Istituto Elettronico dello Stato Solido, Laboratorio Sensori e Microsistemi del CNR (Centro Nazionale Ricerche), insignito nel 2002 del “Descartes Prize” dalla Commissione Europea, che sarà a disposizione del pubblico per illustrare tutta l’evoluzione tecnologica sviluppata dall’azienda ed ora pronta al debutto sul mercato.

Ma ecco il programma del nuovo format “La cucina delle Idee – Food Thinkingche, con originali cooking show interattivi, daranno espressione alle nostre 3 parole chiave: CREATIVITA’, RICERCA e CULTURA.

scultura-ferro-battuto-e-acciao-arte-luce-800x521

Venerdì 20 Ottobre – Ore 12.30

CREATIVITA’ – Cooking Show dal titolo: Dripping TasteL’arte nel Piatto

Questo cooking show è una sorta di originale vernissage dedicato alla presentazione della grande opera scultorea “site specific” ideata dallo sculture Giuliano Negretto dopo una visita alla F.lli Perin. In quest’occasione l’artista dialogherà con lo chef stellato Graziano Prest (Ristorante Tivoli di Cortina) portando gli ospiti a vivere un’esperienza sensoriale veramente unica. Lo chef e l’artista svilupperanno assieme un gioco creativo andando a comporre un’originale ricetta, dal titolo evocativo “Passeggiata nel Bosco”, proprio sui tavoli disegnati dallo scultore partendo da reali pezzi in acciaio inox dell’azienda ed il pubblico, alla fine della performance, potrà degustare l’opera d’arte, abbattendo barriere e consuetudini della tradizionale “mise en place”. Ecco come lo scultore Giuliano Negretto racconta la sua esperienza: I miei lavori vivono nel ferro, nell’acciaio, nel fuoco, nelle mie idee, nell’emozione e passione che provo nel creare le mie opere, nella gioia e nella soddisfazione di vedere, questi elementi, prendere vita. É affascinante vedere un materiale come l’acciaio, così moderno eppure freddo, lineare e perfetto, riesca a dare tanto calore ed emozione con colori, curve e dettagli fantasiosi, facendo apprezzare il valore della loro sublimazione in forma d’arte. Ho voluto dare un termine a queste mie nuove tecniche, moderne ed emozionanti. L’ho nominato: Acciaio Sfumato.

web_foto-3_meteorite

Sabato 21 Ottobre – Ore 12.30

RICERCA – Cooking Show dal titolo: Esplorazioni gastronomiche nello spazio.

Il secondo cooking show è dedicato al futuro e, paradossalmente, a un futuro che ha origini primordiali. Il piatto stellare, ancora una volta presentato dallo chef Graziano Prest, sarà il gustoso complemento di un innovativo progetto tecnologico dal nome “Meteorite” ideato dall’arch. Carmelo Zappulla, talento italiano che da Barcellona, con la sua External Reference Architects, sta conquistando il panorama artistico internazionale. Ispirata alle vere meteoriti Palasite, agglomerati primordiali metallico-vetrosi, la struttura artistico-tecnologica progettata da Zappulla, è stata realizzata grazie all’intervento della F.lli Perin e di Fondazione Berengo di Venezia, che ha portato nel progetto tutta l’esperienza della millenaria arte vetraria muranese.

Acciaio Inox specchiato, design spaziale, bolle di vetro soffiato in cui fiorisce la vita, led multicromatici… Meteorite, anche grazie all’Università di Cambrigde, Department of Biochemistry, e al gruppo di lavoro del Professor Christopher Howe con il Dott. Paolo Bombelli e la Dr.ssa Brenda Parker, può definirsi a pieno titolo un FotoBioreattore per la sua capacità di altissima produzione di ossigeno e abbattimento di CO2 grazie alla coltura, nel suo interno, di un’alga unicellulare primordiale, la Chlorella vulgaris che, dal 1978, quando cominciarono gli esperimenti a bordo della Soyuz 28, è utilizzata oggi dalla NASA nella simulazione della vita nelle future colonie marziane.

web_pane-chlorella2

web_passeggiata_chlorellaDopo la presentazione di un prototipo a Glass Matters (Venezia 2017), mostra collettiva curata dal Ca’ Foscari DEL_FabLab, chef Graziano Prest, elaborando una sua personale idea per un ristorante stellato sul “Pianeta Rosso”, presenterà a HOST MILANO 2017, in anteprima mondiale, la sua ricetta “stellare” (con un pane fatto con la Chlorella – vedi foto) capace comunque di non far dimenticare agli intrepidi futuri astronauti il sapore della “buona vecchia” cucina di casa.4_320_web

Domenica 22 Ottobre

CULTURA – Cooking Show dal titolo: Le Cucine del Libro”

Il terzo cooking show vuole testimoniare, in una vetrina così prestigiosa e internazionale come HOST MILANO 2017, come lo spirito della F.lli Perin sia aperto alla miglior globalizzazione e al multiculturalismo. La collaborazione già avviata con la dott.ssa Annamaria Aisha Tiozzo, Presidente di WHAD – World Halal Development – Ente di Certificazione Halal Italiano, ci porta ancora una volta a riflettere su come tutte le religioni, e anche molte filosofie, prevedano prescrizioni alimentari ed è per proporre una cucina della pace e del rispetto, che Monica e Cinzia Perin hanno deciso di ospitare il format “Le Cucine del Libro” che, idealmente, riunisce le regole alimentari delle tre religioni monoteiste (islam, ebraismo e cristianesimo). Gli originali “Peace Cooking Show“ organizzati da WHAD prevedono la rivisitazione di ricette regionali italiane secondo le regole halal (religione islamica), kosher (ebraismo) e cristiane (dalla regola benedettina dell’ ora et labora alle prescrizioni temporali).

A HOST MILANO 2017, lo chef Davide Ferrazzini (Élite Service Group di Verona), che ha terminato il percorso di formazione “Italia Bayti – Muslim Friendly Hospitality”, presenterà una ricetta della tradizione veneta dove sono stati sostituiti gli ingredienti non ammessi dalla religione islamica mantenendo però il gusto e la sensorialità del piatto originale.

web_2017-01-08_tribunatv

In quest’ultimo anno – concludono Monica e Cinzia Perin – abbiamo voluto abbinare la ricerca interna alla nostra azienda su nuovi materiali, prodotti e tecnologie a una forte apertura verso l’esterno, al mondo universitario, artistico e culturale in primis. Incontrando e condividendo le nuove esperienze con professionisti capaci e appassionati, abbiamo allargato la nostra visione imprenditoriale intuendo come l’azienda sia pronta ormai, giunti alla terza generazione, ad un vero e proprio salto di qualità.

Vi aspettiamo per discuterne con voi.

Pad. 1 Stand R21 S20

Scarica l’invito per i cooking show che, pur aperti al pubblico, sono a numero chiuso.

Per prenotazioni: +39 389 9158567 – info@fperin.com

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni