24/12/2017

F.LLI PERIN A HOST MILANO 2017 – IL RACCONTO DI UN SUCCESSO

web_15

Dentro di noi lo sapevamo… ma non potevamo immaginare un simile successo! – è con queste poche parole che Monica e Cinzia Perin, di ritorno da HOSTMILANO 2017, la grande kermesse che per 5 giorni ha portato a Milano tutto il mondo dell’ospitalità nelle sue diverse declinazioni, con performance sorprendenti da Oceania (+52,8%), America Latina (+31%), Medio Oriente (+25,8%) e Africa (+11%), hanno commentato il debutto della F.lli Perin con il nuovo, applauditissimo, stand e il nuovo, seguitissimo, programma di “Exposition & Live Performance”.
Fra le tante novità che hanno debuttato a HOST 2017, vogliamo cominciare il nostro reportage con due video che inaugurano anche la nuova sezione del sito web chiamata ora “News, Media & Events”.
Con un Click sul pulsante “ARCHIVIO VIDEO” potrete entrare nella nostra galleria che si arricchirà di sempre nuove emozioni:
HOSTMILANO 2017 & LA CUCINA DELLE IDEE – il videoreportage
TECHNOLOGY AND HUMAN FACTOR – un piccolo film istituzionale che si divide in due parti: la prima dove l’uomo 2.0, che non si vede, controlla la macchina; la seconda dove l’uomo, che si vede, perfeziona con la sua capacità ed esperienza quello che la macchina non potrà mai fare, il tocco magico della qualità.

web_29

E’ stato un vero e proprio “vernissage” l’evento che ha caratterizzato il primo giorno dedicato alla CREATIVITÀ con l’artista Giuliano Negretto, lo chef stellato Graziano Prest (Rist. Tivoli di Cortina) e il dott. Paolo De Gasperis, già Direttore CNR (Centro Nazionale Ricerche), nostro consulente per la Ricerca & Sviluppo.
Quella che è stata definita con vera ammirazione la “grande scultura illuminante”, l’imponente opera d’arte site specific dello scultore Giuliano Negretto ha tenuto a battesimo la presentazione della nuova linea “full color” che F.lli Perin ha presentato per la prima volta sul mercato.
web_21Così il dott. De Gasperis ha introdotto la presentazione scientifica: La possibilità di colorare i laminati e i relativi manufatti con essi realizzati, mantenendo inalterate le proprietà fisiche e meccaniche degli stessi, costituisce da tempo un risultato non banale da raggiungere, ove l’utilizzo delle tradizionali tecniche elettrochimiche (galvanica ed affini) ha mostrato limiti evidenti per quanto concerne stabilità dei colori, aderenza e uniformità dello strato depositato, nonché mediocre resistenza a sbalzi termici e abrasione. Grazie alle moderne tecnologie derivate dalla microelettronica, tali problemi sono oggi superati ricorrendo ai processi di deposizione sotto vuoto che presentano caratteristiche uniche nell’ambito delle tecniche di rivestimento delle superfici. E il pubblico, sopweb_mg_4086rattutto americano e orientale, ha apprezzato con grande curiosità i nuovi prodotti della linea “Full Color”.

RICERCA è la parola chiave che ha caratterizzato il secondo giorno che ha visto come protagonista l’arch. Carmelo Zappulla, talento italiano che da Barcellona, con la sua External Reference Architects, ha progettato “Meteorite”, il nostro nuovo progetto multidisciplinare.
Un Foto-Bioreattore che riproduce, in chiave artistica e di design, gli esperimenti della NASA per le colture idroponiche dell’alga primordiale Chlorella vulgaris, una vera e propria macchina “vivente”, spettacolare dimostrazione di come la tecnologia dell’acciaio espressa dalla F.lli Perin possa sposarsi con l’arte delle vetrerie artistiche muranesi (Fondazione Berengo di Venezia) e la ricerca scientifica (Dott. Paolo Bombelli – Department of Biochemistry – Cambrigde University). Alga unicellulare ricchissima di proteine e vitamine che lo chef stellato Graziano Prest (Rist. Tivoli di Cortina) ha interpretato per i nostri ospiti immaginando, con non poca ironia, un piatto gourmet da consumarsi a tavola con gli astronauti in una base marziana.
Massimiliano Tonelli, direttore di ArTribune nonchè responsabile contenuti del Gambero Rosso, dopo aver premiato l’Arch. Carmelo Zappulla, vincitore con il collega catalano Chu Uroz del “Premio Internazionale di Architettura e Design Bar-Ristoranti-Hotel d’Autore 2017”, ha voluto farci visita incuriosito dalla nostra “creatura”. Meteorite, nella sua configurazione definitiva, sarà nuovamente esposto al pubblico nelle prestigiose sale di Palazzo Franchetti, sul Canal Grande a Venezia, ospite della Fondazione Berengo, partner di progetto.
Sicuramente uno “Stay Tuned” a tutti voi – affermano orgogliose Monica e Cinzia Perin – perché con Carmelo, vincitore anche a Londra dello “SBID International Design Awards 2017 – Restaurant Design”, vero talento italiano, ora nostro amico e collaboratore, Cinzia ed io, con l’aiuto di tutto il nostro staff, vi stupiremo con nuovi progetti dove design, colore e tecnologia determineranno le tendenze del prossimo futuro!

web_img_20171024_161245
web2_image12a
web_img_20171022_120637Particolarmente centrata è stata anche la terza parola chiave CULTURA, da noi declinata con il nuovo format di cooking show chiamato “La Tavola della Pace” che ha permesso, in un’edizione di HOST che ha segnato un +25,8% di presenze provenienti dal Medio Oriente, in cui spicca Israele con un + 38% e altre significative quote da Emirati Arabi e Iran, di collocarci come veri interpreti dello sviluppo tecnologico e sociale di quell’area.Ospite e protagonista Annamaria Aisha Tiozzo (Presidente WHAD) che ha presentato il suo “Italia Bayti – Muslim Friendly Hospitality” con gli chef Davide Ferrazzini e Francesco Carlone (Élite Service Group e Rist. Barone Rosso) che hanno presentato un moderno baccalà mantecato rivisitato secondo la regola Halal.
Per un giorno il nostro stand si è trasformato in una grande “tavola multiculturale” dove clienti di etnie e religioni diverse hanno seguito attentamente la relazione della dott.ssa Tiozzo su “Le Cucine del Libro”, interessante escursus storico-gastronomico sulle tre religioni monoteiste (cristianesimo, ebraismo e islam) degustando poi l’originale ricetta che, pur realizzata seguendo le prescrizioni religiose islamiche, ha mantenuto intatta la propria tipicità regionale.

web2_80
È stato particolarmente interessante
– ha commentato Georgia Zuliani, terza generazione da poco entrata in aziendatoccare con mano la grande attenzione di questi nuovi mercati verso il Made in Italy e noi, anche pensando a possibili nuove fiere internazionali, vogliamo essere protagonisti con un programma di relazioni che sappia per interpretare e rispettare la cultura di ogni mercato.
Dentro di noi lo sapevamo… ma non potevamo immaginare un simile successo! – concludono Monica e Cinzia Perin – e il nostro nuovo stand, una vera propria boutique, così bello da contenere ogni nuovo pezzo come fosse un’opera d’arte e così accogliente da trasformare noi, il nostro staff e i nostri clienti in un’unica grande famiglia, sarà a lungo il nostro emblema, la nostra “casa della qualità” che si arricchirà nel prossimo futuro di nuovi avventure e successi internazionali.

Si ringrazia:

Per il video “Technology and Human Factor” si ringrazia per la tecnologia Gasparini Industries
Immagini di Leonello Maganza – Direzione della Fotografia di Enrico Pierotti – Musiche dall’album Mantra di Alberto Grollo e Rino Capitanata

Per il FotoBioreattore “Meteorite”: Project by Carmelo Zappulla (External Reference Architects) – Una produzione F.lli Perin & Fondazione Berengo. Consulenza scientifica di Paolo Bombelli (Cambrigde University – Department of Biochemistry – Team: Professor Christopher Howe, Dott. Paolo Bombelli e Dr.ssa Brenda Parker).  Musiche da Mantra di Alberto Grollo e Rino Capitanata

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni